Il giornalista Edmundo García ha denunciato che l’impresa informatica e telefonica AT&T blocca negli Stati Uniti l’accesso in internet ai portali alternativi di notizie  Cubadebate e Cubasi.

"La AT&T mi ha confermato che hanno ritirato l’accesso, perchè i due siti non hanno accordi con loro, ma questa è una volgare menzogna e viola il Primo Emendamento della Costituzione”, ha assicurato García, che risiede a Miami, nel sud della Florida.

Il giornalista ha detto che quando i clienti di questa compagnia cercano di entrare nelle webs Cubasí e Cubadebate dagli Stati Uniti, appare un cartello che dice “Non si riconosce il servitore”.

García raccomanda a coloro che utilizzano i servizi della AT&T a Miami di passare ad altre imprese di telecomunicazioni, come Comcast, Verizon o T-Mobile, che sì permettono di accedere alle pagine cubane.

( Traduzione Granma Int.) 

http://www.granma.cu/idiomas/italiano/esteri/31marzo-empresa.html

 

^ Top